Prendiamoci cura di noi facendo sport

La stomia non comporta limiti nello svolgimento di attività sportive, ma si consiglia di adottare alcuni accorgimenti.

Paura e disagio possono impedirvi di tornare ad allenarvi con il vostro sport preferito, o iniziarne uno nuovo, ma sono timori che si possono superare con serenità e con il sostengo del vostro stomaterapista. Sarete voi a decidere quando vi sentirete abbastanza in forma per riprendere un’attività sportiva. È normale sentire di non avere più la forza e la resistenza di prima: basterà pianificare l’attività sportiva per step graduali d’intensità, senza pretendere troppo da sé stessi.

Quali attività sportive si possono fare con una stomia?

Le più indicate sono golf, tennis, pallavolo, corsa, ciclismo, nuoto, pattinaggio, sci, tiro con l’arco e bocce. La cosa più importante nella scelta dell’attività da praticare è che vi deve appassionare ed essere per voi un momento piacevole.

Consigli

Ecco alcuni accorgimenti utili durante la pratica di uno sport:

• leggere attentamente le istruzioni d’uso dei dispositivi medici utilizzati;
• controllate il dispositivo dopo uno sforzo fisico, a causa del movimento o di una sudorazione eccessiva potrebbe essere necessario il cambio della sacca;
• portate sempre con voi l’occorrente per lo stomacare;
• ricordatevi che in piscina, per motivi igienici, è obbligatorio indossare la sacca. Durante il nuoto, assicuratevi che il dispositivo sia correttamente adeso e vuoto; può essere di aiuto l’applicazione di un film ultrasottile che contorni la sacca o l’applicazione del “copri filtro”;
• ricordate di idratarvi durante la giornata al fine di reintegrare i liquidi persi;
• evitate l’assunzione di cibi che possono causare diarrea o feci liquide.

Consigli

Ecco alcuni accorgimenti utili durante la pratica di uno sport:

• leggere attentamente le istruzioni d’uso dei dispositivi medici utilizzati;
• controllate il dispositivo dopo uno sforzo fisico, a causa del movimento o di una sudorazione eccessiva potrebbe essere necessario il cambio della sacca;
• portate sempre con voi l’occorrente per lo stomacare;
• ricordatevi che in piscina, per motivi igienici, è obbligatorio indossare la sacca. Durante il nuoto, assicuratevi che il dispositivo sia correttamente adeso e vuoto; può essere di aiuto l’applicazione di un film ultrasottile che contorni la sacca o l’applicazione del “copri filtro”;
• ricordate di idratarvi durante la giornata al fine di reintegrare i liquidi persi;
• evitate l’assunzione di cibi che possono causare diarrea o feci liquide.

Riprendere quanto prima la propria attività quotidiana, ricominciare a coltivare interessi e hobby, lavorare, viaggiare e fare sport: non c’è ricetta migliore per sentirsi di nuovo in armonia con sé stessi.

Viviana Melis

Infermiera stomaterapista presso l’Ambulatorio infermieristico di stomaterapia ASST Papa Giovanni XXIII a Bergamo. Acquisisce il Certificato in Stomaterapia, Coloproctologia e Riabilitazione delle Disfunzioni del Pavimento Pelvico nel 2000 presso l'associazione AIOSS. Nel 2017 consegue il MASTER MEDICINA NARRATIVA presso la fondazione ISTUD-Milano.
Viviana Melis

Infermiera stomaterapista presso l’Ambulatorio infermieristico di stomaterapia ASST Papa Giovanni XXIII a Bergamo. Acquisisce il Certificato in Stomaterapia, Coloproctologia e Riabilitazione delle Disfunzioni del Pavimento Pelvico nel 2000 presso l'associazione AIOSS. Nel 2017 consegue il MASTER MEDICINA NARRATIVA presso la fondazione ISTUD-Milano.

Blog

Categorie
Archivio