IL RUOLO DELL’INFERMIERE ENTEROSTOMISTA:

un punto di riferimento per la persona stomizzata

L’infermiere stomaterapista è il professionista sanitario che si occupa di seguire, presso un ambulatorio per stomizzati e con uno specifico intervento di cura, riabilitazione, educazione e prevenzione, le persone con problematiche proctologiche o con disfunzioni del pavimento pelvico, derivanti dal confezionamento di una stomia (Salani et al, 2014). Proprio per questo motivo, è importante informare la persona stomizzata dell’esistenza di tale ambulatorio al momento della dimissione così da permettergli di contattare lo stomaterapista e programmare degli incontri periodici in cui effettuare una rivalutazione della situazione: proseguendo quanto già avviato durante il ricovero ospedaliero o dando inizio ad un nuovo percorso di educazione e riabilitazione.

All’interno di un ambulatorio per stomizzati, lo specialista svolge diverse attività, tra cui:

  • Fornire alla persona stomizzata diversi dispositivi di raccolta, così da individuare quello più adatto, valutando quindi l’idoneità del presidio scelto;
  • Verificare l’apprendimento inerente allo stoma-care e proseguire con l’intervento educativo mediante colloqui;
  • Eseguire in maniera periodica una valutazione della stomia e della cute peristomale e prevenire l’eventuale insorgenza di complicanze stomali e parastomali (Stokes et al, 2017);
  • Effettuare consulenze nei reparti in cui vi sono pazienti a cui è stata appena confezionata una stomia (o a cui è stata confezionata in passato), fornendo supporto nel post-operatorio, educando alla gestione dello stoma e coinvolgendo i familiari e/o il caregiver qualora fossero presenti (Porrett, et al,2006);
  • Pianificare un programma riabilitativo personalizzato orientato alla corretta gestione della stomia nel tempo;
  • Educare alla pratica dell’irrigazione nei pazienti colostomizzati (qualora fosse possibile e/o necessario) (Roveron et al, 2021).

Per concludere, grazie alle cure specialistiche fornite e alle attività svolte dallo stomaterapista, la persona stomizzata ha un valido supporto per riuscire gradualmente a migliorare la propria qualità di vita, aumentando progressivamente la propria autonomia (RNAO, 2019).

 

 

Bibliografia

Roveron G, Barbierato M, Rizzo G, Parini D, Bondurri A, Veltri M, Pata F, Cattaneo F, Tafuri A, Forni C, Ferrara F; Multidisciplinary Italian Study Group for STOmas (MISSTO).

Italian Guidelines for the Nursing Management of Enteral and Urinary Stomas in Adults: An Executive Summary. J Wound Ostomy Continence Nurs. 2021 Mar-Apr 01;48(2):137-147. doi: 10.1097/WON.0000000000000745. PMID: 33690248.

Registered Nurses’ Association of Ontario. Supporting Adults Who Anticipate or Live with an Ostomy Second Edition (2019)

Saiani L., Brugnoli A., Trattato di cure infermieristiche, Idelson-Gnocchi, Milano, 2014

Stokes AL, Tice S, Follett S, et al. Institution of a preoperative stoma education group class decreases rate of peristomal complications in new stoma patients. J of Wound Ostomy Continence Nurs. 2017;44(4):363-7

Porrett T., McGrath A. La persona stomizzata assistenza e riabilitazione. The McGraw-Hill Companies, srl (publishing By Group Italia) Milan (2006)

Blog

Categorie
Archivio