STOMIA E VACANZE:

Consigli utili per affrontarle al meglio

Gestire una stomia durante un viaggio o in vacanza può comportare diverse preoccupazioni. Gli aspetti da considerare sono molteplici e non sempre si riesce a prevedere esattamente tutte le situazioni a cui si dovrà far fronte. In generale, non esiste nessuna ragione per cui una persona con stomia non possa raggiungere la meta desiderata. Ad ogni modo, per prevenire eventuali inconvenienti, è sempre bene avere qualche accortezza in più, specialmente quando si è in viaggio.

 

In generale, i consigli forniti dagli stomaterapisti sono molteplici e variano anche in relazione alla destinazione scelta e all’attività che si vuole svolgere. Tuttavia, alcuni consigli valgono in modo trasversale per tutti i portatori di stomia:

 

  1. programmare con ragionevole anticipo una visita con il proprio stomaterapista di fiducia prima della partenza, in modo da individuare eventuali problematiche in essere ed intervenire tempestivamente;
  2. raccogliere informazioni sull’ambulatorio raggiungibile più facilmente dal luogo di villeggiatura scelto (queste informazioni te le può fornire il tuo stomaterapista di fiducia o le puoi trovare consultando i siti delle varie associazioni di stomizzati);
  3. preparare, per il viaggio di andata e di ritorno, il materiale necessario per la sostituzione del presidio in caso d’emergenza, riponendolo in un astuccio da tenere sempre a portata di mano;
  4. se si viaggia in aereo, il materiale per una sostituzione d’emergenza, dovrà essere collocato obbligatoriamente nel bagaglio a mano; inoltre, considerato che in cabina non è consentito portare forbici, i dispositivi dovranno essere preventivamente ritagliati.
  5. oltre al materiale strettamente necessario per l’intera durata del soggiorno, porta con te anche una scorta sufficiente di presidi, per qualsiasi evenienza;
  6. se si viaggia all’estero, o se si prende l’aereo, è bene avere sempre con sé un documento che attesti la condizione di stomizzato.

 

Per quanto riguarda l’alimentazione, seppure qualche piccola eccezione sia sempre concessa, sono da evitare i pasti abbondanti e l’assunzione di alimenti sconosciuti, anche se molto invitanti e apparentemente gustosi. Restano quindi valide tutte le indicazioni relative ad una corretta alimentazione.  Inoltre, è fondamentale mantenere un’adeguata idratazione, aumentando addirittura l’assunzione di acqua (preferibilmente imbottigliata se la meta è estera o esotica) in considerazione:

  • delle temperature del luogo in cui si soggiorna;
  • dell’eventuale incremento dell’attività fisica.

È buona cosa svuotare la sacca prima di entrare in acqua o di fare una passeggiata ed è inoltre fondamentale controllare sempre la tenuta del presidio prima e dopo l’attività fisica.

 

Infine, se la persona stomizzata desidera dedicarsi a qualche attività particolare, è utile confrontarsi prima con lo stomaterapista, per sapere se esistono dei dispositivi o degli accessori che garantiscano un maggiore confort e sicurezza.

Blog

Categorie
Archivio